Pubblicato il

Quick Facts & Ice Breakers Informazioni su Omega Speedmaster per il tuo prossimo articolo di GTG

Il 2017 ha segnato il 60 ° anniversario dello Speedmaster orologi replica Omega, uno degli orologi più riconoscibili e conosciuti e uno che è anche conosciuto come il “Moonwatch” da collezionisti di orologi e appassionati. Essere uno strumento certificato dalla NASA per tutte le missioni spaziali con equipaggio non sarà di per sé sufficiente per un successo duraturo come quello di “Speedy”. No, ha anche preso l’estetica sempreverde ed equilibrata dello Speedmaster, una calzata estremamente confortevole e un’eccellente affidabilità. Nel corso degli anni, abbiamo visto lo Speedmaster maturare dall’orologio degli strumenti al segnatempo di lusso. Mentre è tra i pezzi più iconici delle grandi marche, rimane comunque uno dei più convenienti.

Quick Facts & Ice Breakers Informazioni su Omega Speedmaster per il tuo prossimo articolo di GTG
Quick Facts & Ice Breakers Informazioni su Omega Speedmaster per il tuo prossimo articolo di GTG

Oggi, partiamo per un corso che ci aiuterà a scoprire alcuni pezzi di produzione importanti e, con loro, alcuni capitoli compra orologi replica affascinanti nella storia di Speedmaster. Non tentare di creare una guida definitiva qui con un po ‘di immaginazione, quanto basta per aiutarti a conversare con gli altri fan di Speedy e scoprire più del numero quasi infinito di dettagli minuti che il Moonwatch ha assunto negli ultimi 60 anni.

Quick Facts & Ice Breakers Informazioni su Omega Speedmaster per il tuo prossimo articolo di GTG
Quick Facts & Ice Breakers Informazioni su Omega Speedmaster per il tuo prossimo articolo di GTG

Il fascino del collezionare e conoscere il Moonwatch deriva da storie individuali, curiosità, storia e piccole modifiche ai dettagli del design, che si tratti di font, incastonatura, dettagli del logo, mani o altro materiale solo quelli morsi duramente dal bug di Speedy può apprezzare. Per molti di noi, il senso di soddisfazione aumenta quando si è in grado di tenere una conversazione con altri collezionisti, o quando si diventa esperti in una cena di compleanno, che può articolare ulteriori dettagli su come un orologio, così spesso trascurato, ha giocato un ruolo di primo piano in alcuni dei progetti più impegnativi della NASA.

Le nostre prime scelte di tre iconici riferimenti Speedmaster, una sorta di estensione di questa incredibile selezione di Speedmasters essenziali del nostro David Bredan. Ma ci piacerebbe sapere qual è il tuo riferimento preferito, ulteriore conoscenza o trivia, perché ci piacerebbe considerarli per articoli futuri. Sia che si tratti di un’edizione limitata o speciale, o semplicemente di uno dei riferimenti della collezione principale, sappiamo che questi pochi sono tutto tranne che tutti gli Speedmaster sono in vendita. In ogni caso, iniziamo con questi “Ultimate Ice Breakers For Your Next Watch GTG!”

Quick Facts & Ice Breakers Informazioni su Omega Speedmaster per il tuo prossimo articolo di GTG
Jack Swigert, membro dell’equipaggio di Apollo 13, con l’Omega Speedmaster legato alla sua tuta spaziale. Fonte: NASA

Cominciamo con alcune veloci nozioni sugli Speedmasters vintage:

Il nome “Speedmaster” deriva dalla convenzione di denominazione dei modelli di Omega, in linea con “Seamaster” e “Railmaster”. La “velocità” è stata scelta per il suo tachimetro …
La scala tachimetrica dello Speedmaster è la prima a comparire sulla lunetta di qualsiasi orologio al mondo.
Il logo Omega in metallo applicato può essere trovato solo su una manciata di primi riferimenti Speedmaster prodotti tra il 1957-1968, dotati di un cal. 321 movimenti – ad eccezione del modello di transizione 145.022 – puoi leggere di più qui.
Quick Facts & Ice Breakers Informazioni su Omega Speedmaster per il tuo prossimo articolo di GTG

Il Speedmaster fu introdotto nel 1957 come cronografo sportivo per rafforzare il posizionamento di Omega come Cronometrista Ufficiale dei Giochi Olimpici.
Il Speedmaster fu introdotto nel 1957 come cronografo sportivo per rafforzare il posizionamento di Omega come Cronometrista Ufficiale dei Giochi Olimpici.

La dicitura “Professional” non comparve ufficialmente sui quadranti Speedmaster fino al 1964, ma …
… Contrariamente a quanto si crede, la marcatura Professional sul quadrante non ha nulla a che fare con la 105.003 che supera i test della NASA e che era già stata e sarebbe stata presente a prescindere.
I velocisti fatti prima del 1966 non hanno guardie a corona.
L’uso del logo stampato è iniziato nel 1969. Ha anche segnato la cessazione del famoso movimento Cal. 321, sostituito da Cal. 861, un movimento che servì da base per il 1861 e che è ancora in uso oggi.
L’Omega Speedmaster non fu il primo orologio nello spazio, ma il primo portato sulla luna, al polso di Buzz Aldrin, il 21 luglio 1969. Neil Armstrong aveva lasciato il suo Speedmaster nel modulo lunare come supporto per il cronometraggio di bordo sistema.
Quick Facts & Ice Breakers Informazioni su Omega Speedmaster per il tuo prossimo articolo di GTG

OMEGA SPEEDMASTER ST145.022-69 (1969)
Pur sembrando quasi identico al moderno 3570.50 Speedmaster Professional, essere in grado di distinguere le sottili differenze del moderno Speedy dalla prima generazione è sempre utile. Il 145.022-69 è il riferimento più classico e ricercato tra la famiglia 145.022 di Speedmaster, essendo in produzione solo tra il 1968 e il 1970.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *