Pubblicato il

Repliche Rolex Milgauss 116400 GV-40 MM

Essendo uno scienziato ricercatore con la passione per i segnatempo, sono sempre stato alla ricerca dell’orologio che meglio si adattasse alle mie passioni di lavoro e di vita. Se si adatta anche a questa categoria, quindi non guardare oltre il Rolex Milgauss, e in particolare l’edizione anniversario anniversario riferimento Repliche Rolex Milgauss 116400 GV-40 MM (“vetro verte”) con il vetro verde zaffiro. È un orologio con una storia unica che si distingue da una linea Rolex fin troppo comune e che è stata progettata per gli scienziati … Esploriamo perché è così.

116400GV 'Z Blue' è un Milgauss, che significa un diametro ragionevole di 40 mm,
116400GV ‘Z Blue’ è un Milgauss, che significa un diametro ragionevole di 40 mm,

Mentre non ti darò una cronologia completa del Rolex Milgauss, voglio soffermarmi sugli aspetti salienti importanti. Il sito web Rolex e vari post del blog svolgono un lavoro completo di documentazione della storia, in particolare questo post è uno dei migliori che ho trovato sulla sua storia.

Il Milgauss – che significa 1000 Gauss in francese – fu introdotto nel 1956 come l’orologio antimagnetico per coloro che lavoravano in centrali elettriche, strutture mediche e laboratori di ricerca (come il CERN vicino a Ginevra) dove intensi campi elettromagnetici possono influenzare i tempi di un orologio . Alcune parti mobili di un orologio, come il bilanciere e la spirale, sono sensibili ai campi elettromagnetici che possono influenzare l’ampiezza della loro corsa e quindi modificare la frequenza del movimento. Un problema che alcuni di voi hanno affrontato una volta con i propri orologi (a causa del magnetismo del computer o del cellulare, ad esempio). Ma quando si tratta di lavorare in tali condizioni tutto il giorno, un orologio antimagnetico è chiaramente una necessità. Una soluzione semplice è quella di alloggiare il movimento in una gabbia di Faraday, una custodia protettiva formata da un materiale conduttore, solitamente in ferro dolce.

significa un diametro ragionevole di 40 mm, una cassa in acciaio inossidabile lucidato (resistente all'acqua fino a 100 m) e il bracciale ostrica molto confortevole con chiusura per cartelle Easylink (che consente regolazioni estremamente semplici).
significa un diametro ragionevole di 40 mm, una cassa in acciaio inossidabile lucidato (resistente all’acqua fino a 100 m) e il bracciale ostrica molto confortevole con chiusura per cartelle Easylink (che consente regolazioni estremamente semplici).

La primissima versione del Milgauss introdotta nel 1956, come il Ref. 6451, era abbastanza vicino nel suo design e nelle sue specifiche ad un Rolex Submariner Ref. 6204. La cassa oversize Oyster, la lunetta girevole nera con un triangolo rosso a 12, il braccialetto metallico rivettato e la corona Twin-Lock non protetta potevano essere trovati sia su Milgauss che su Sub. Tuttavia, a parte la gabbia di Faraday e la capacità antimagnetica, le principali differenze erano un quadrante nero con struttura a nido d’ape, le mani alfa (al posto delle “mani di Mercedes”), specifici indici triangolari a 3-6-9 e una mano unica “lampo” per i secondi, giusto per ricordarti lo scopo dell’orologio. Il rif. 6451 ha un calibro Rolex classico, il 1080, poiché le proprietà antimagnetiche provengono dalla cassa e dal quadrante (anche in ferro dolce) e non dal movimento.

L’evoluzione principale fu l’introduzione nel 1960 del Rif. 1019, mostrando un design più classico, con un caso vicino a una Oyster Date. Sul rif. 1019 la lunetta girevole nera lascia il posto a una lunetta in acciaio lucido e fisso, e la lancetta dei secondi “fulminei” per un classico dritto. Il quadrante era disponibile sia in nero o grigio chiaro, con pennarelli applicati e mani più dritte. L’orologio stava mantenendo la sua resistenza a 1000 Gauss, sempre con l’aiuto di una gabbia di lontananza. Questo modello è stato rimosso dal catalogo Rolex nel 1988.

Come la maggior parte dei Rolex, si indossa benissimo, anche con i suoi 157 grammi. Il quadrante, presenta indici in oro bianco e le mani sono piene di Chromalight bianco
Come la maggior parte dei Rolex, si indossa benissimo, anche con i suoi 157 grammi. Il quadrante, presenta indici in oro bianco e le mani sono piene di Chromalight bianco

Il 2007 ha visto la rinascita della collezione antimagnetica di Rolex con il Ref. 116400. Anche se il Milgauss non era molto popolare come il Submariner o Daytona, i prezzi dei vecchi modelli erano piuttosto impressionanti nelle aste e l’orologio rimane molto attraente per i collezionisti. Inoltre, al giorno d’oggi, le posizioni che richiedono il lavoro di lavoro in condizioni magnetiche sono sempre più comuni, specialmente in IT. Questo potrebbe essere il motivo per cui Rolex ha reintrodotto il Milgauss, con le specifiche che ora conosciamo: cassa da 40 mm, quadrante nero / versione in cristallo verde, quadrante bianco, l’ormai iconica lancetta dei secondi “lampo” e diverse punte arancioni sugli indici e mani.

La principale differenza con le generazioni precedenti di Milgauss è la costruzione antimagnetica: se i vecchi modelli erano basati su un involucro in ferro dolce per proteggere il movimento, il nuovo optava per una spirale antimagnetica (il Parachrom blu) racchiusa in uno scudo magnetico composto da un materiale di permeabilità magnetica. L’orologio non solo è protetto dai campi elettrostatici ma anche dai campi magnetici. Tuttavia, Omega sta andando meglio perché i suoi 15.000 orologi Gauss non sono basati su una custodia protettiva, ma su un movimento completamente nuovo completamente antimagnetico, che consente orologi più sottili e persino un fondello trasparente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *